Un capitolo fondamentale, quando si parla di extension per capelli, è cercare di capire quale sia la provenienza delle ciocche che andiamo a comprare. Vuoi un prodotto di qualità? E allora dovrai conoscere la loro provenienza, così da scegliere sempre prodotti che vengano realizzati usando i capelli con maggiore qualità. Senza stare a dilungarci troppo vogliamo accompagnarti in un viaggio interessanti che ti sveli da dove arrivano i capelli che formano le ciocche delle extension.

Solo il meglio per extension di qualità provenienti dal mondo intero!

Le extension per capelli provengono da tutto il mondo: Europa, Cina e India però la fanno da padrone in questo settore. E’ fondamentale quindi informarsi sempre in merito ai brand e alla provenienza dei capelli scelti. Solo in questo modo potrai massimizzare il match tra extension e capelli naturali.

I capelli europei: dalla Russia con furore! Sono i classici capelli caucasici che provengono proprio dal mondo occidentale, e nello specifico dalla Russia. Va detto però che in queste zone sono davvero poche le donne disposte a vendere i propri capelli. Ciò si traduce con un’elevata domanda, che porta a un’offerta limitata e prezzi alti. I capelli europei hanno un colore che spazia soprattutto dal biondo chiaro fino al marrone. Nuance reali, ricche di sfumature. Sono sconsigliate per chiunque abbia una texture grossolana dei capelli, ma spesso vengono usate anche da chi non ha una base chiara e tipicamente caucasica, proprio per creare contrasto. La loro caratteristica principale è la luminosità, la lucentezza e un effetto setoso.

Capelli cinesi: lisci, morbidi e con un follicolo più spesso. Questa categoria prevede una serie di colorazioni scure, dal marrone al nero. Per ottenere ulteriori colorazioni dovranno quindi essere sbiancati così da rimuovere il pigmento e accogliere nuova tinta. Se questo processo è fatto in modo corretto, i capelli non andranno a perdere la qualità. Sono forti e flessibili, adatti a tantissime qualità di capello naturale. Sono molto gestibili, sempre lisci e difficili da annodare. Solitamente non soffrono l’umidità.

Capelli indiani: sono i più comuni del mercato, poiché in questa zona vi sono tantissime donne pronte a vendere la chioma per realizzare le extension. Il motivo di tale scelta è legato alla religione. Questa tipologia di capelli ha una struttura simile a quelli europei e soprattutto sono versatili. Si sposano al meglio con una vasta quantità di capelli naturali e sono usati per creare effetto volumizzante. Davanti a grande umidità tendono a diventare leggermente mossi, senza però perdere mai la loro struttura setosa.

Tutti parlano dei capelli Remy, ma che cosa sono?

Quando si parla di capelli Remy si chiama in causa una modalità particolare con la quale vengono fabbricate le extension. Quando i capelli vengono raccolti in questo modo mantengono la loro struttura naturale e la direzione della cuticola. Ogni capello che trovi in una ciocca seguirà la stessa direzione radice – punta, ovvero la più naturale, che imita la regolare crescita della chioma umana.

Le cuticole sono simili a piccole scaglie che creano uno strato protettivo oltre a donare lucentezza; capirai che se le ciocche viaggiano in direzione opposta si possono creare dei nodi. Nel caso di extension ottenute con ciocche in cui è stata rimossa la cuticola, si noterà un effetto “morto”, di capelli spenti e privi di vita. Ciò si verifica perché vengono sottoposti a un trattamento con immersione in acque acide. Dopo averli lavati una volta si noterà fin da subito che la struttura del capello apparirà ruvida.

Abituati sempre a scegliere e acquistare extension che siano realizzate al 100% da capelli umani Remy. Il loro prezzo sarà leggermente più alto ma tu avrai la certezza di aver scelto un prodotto duraturo e di massima qualità. Non si seccano, non si annodano e quotidianamente offrono massimo splendore ai tuoi look.

ACCONCIATURE - TAGLI DI CAPELLI

CURA DEI CAPELLI

VIENI A TROVARCI